Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Stracciatella…

Quante persone si incontrano per caso, mentre incrociano il nostro cammino e se ne vanno. Non una parola, non il suono di una voce, ma il feeling alcune volte si crea, c’è e dopo, tutto è cambiato, tutto è diverso da prima. Solo un sorriso, mentre poggiano alcuni passi sulle nostre orme, oppure, viceversa, mentre noi poggiamo i nostri sulle loro. Un solo attimo e tutto è svanito, lasciando quel senso di nostalgia, come se fossimo fatti della stessa materia, disunita bruscamente.

Si dice spesso che è come incontrare l’altro lato della nostra medaglia, il nostro lato mancante, quello che ci protegge le spalle. Io li paragono un po’ ai gusti che compongono il gelato alla stracciatella, avete presente? Si può mai pensare un gelato alla stracciatella senza il connubio perfetto di gelato bianco e cioccolato a pezzi? No! Perché senza il cioccolato, la stracciatella diventa un comune fior di latte e le gocce di cioccolato, senza gelato, rimangono gocce al cioccolato. Invece la stracciatella è un tutt’uno, indivisibile, come i due lati della medaglia, che uniti, si proteggono a vicenda le spalle.

Così sono quelle persone, che si sfiorano con un lieve tocco, ma che si cercheranno per tutta la vita, con quelle spalle che vorrebbero appoggiarsi all’altro per proteggerlo o per essere protette. Qualcuno aspetterà per sempre. Ai più fortunati, invece, capita che questo lato sia perfettamente colmato dalla persona amata. Le spalle e la schiena coincidono, si uniscono, si mescolano, si confondono l’una nell’altro, non si riescono più a distinguere. Gli anelli delle spine dorsali si intrecciano, si incastrano, si raddoppiano…

Stanotte ho fatto un sogno. Tu che cammini a testa bassa, con il tuo fare deciso, vestito con qualcosa di scuro. Non mi vedi e così ti chiamo. Nei minuti successivi al nostro incontro, rimaniamo a parlare seduti al tavolino di un bar. Fuori è tutto fosco, come se stesse per venire un temporale. Sai tutto di me, senza che io ti dica niente. I tuoi occhi parlano, la tua testa annuisce e i tuoi sorrisi mi capiscono, approvano le mie scelte, teneramente. La tua voce è calda e ti vedo ancora più saggio di come ti ho sempre immaginato, pacato parli con parole  ponderate, precise e delicate. Capisci che non ho scelta e tristemente cerchi una soluzione. Mi sento al sicuro, mi sento a casa, come mai mi sono sentita prima e tutte le paure si sono allontanate da me. Mi aggrappo a te, al tuo braccio, quasi a voler far combaciare le nostre spalle, le nostre due metà.

Ma non faccio in tempo, il sogno si interrompe, facendo sfumare l’atmosfera, la sicurezza, le tue parole, la comprensione, la tua voce calda…Mi sono ritrovata in un lago di lacrime al posto del mio cuscino e una voce dentro di me che continuava a dirmi che quelle spalle non ci sono, non sono per me.Dove sei? La tua immagine non mi arriva, non un tuo pensiero nei miei confronti, non il suono della tua voce. Chissà se è calda! Le mie spalle intanto ti sono invisibili.
Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Stracciatella…

  1. Questo post mi è piaciuto molto. So che può sembrare strano, ma a volte leggendo ciò che scrivi mi sembra di averlo scritto io: rivedo molto me in ciò che scrivi e come lo scrivi. Credo che potrei scrivere esattamente come fai tu.
    Mentre leggevo ero avvolta dalla stessa atmosfera che mi abbraccia quando scrivo. Strano, vero?
    A presto.

    Mi piace

  2. Notevole, un inchino alla tua eccellenza, alle tue parole, ai tuoi pensieri.
    Mi hai fatto rivivere un desiderio mai avvertosi…

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: