Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Nulla………………………………

Sono il nulla. Mi percepisci attraverso la forma che assume il materasso sotto le lenzuola, che disegnano rughe, increspature distinte ad ogni mio movimento, mentre il cuscino, sotto il peso della mia nuca, è diventato ormai scultura amorfa. Sono il nulla, quando i miei passi fanno rumore dietro ai tuoi, quando ti giri e senti solo un respiro, ma non mi vedi. Sono il nulla, mentre facciamo colazione e il rumore del caffè che gorgoglia copre i miei buongiorno. In realtà tu sei già preso dai tuoi lunghi e frenetici monologhi, nei quali la cosa importante è la quantità di parole emesse in un minuto. Non importa come, non importa cosa, importa il suono della tua voce che troneggia, il dire per dovere, senza condivisione, senza approvazione, senza intesa. Sono il nulla, mentre le tue parole sono già proferite, le tue decisioni già prese, passando attraverso altre orecchie prima di arrivare alle mie.

Sono un nulla che è servito come mezzo, un nulla usato, arrugginito e rottamato. Sono il nulla che ti passa accanto e che decide di parlarti ogni tanto, il nulla che ostinatamente ancora abbracci… Ma, pensaci, se si abbraccia il nulla, si abbraccia sé stessi, si stringe esclusivamente il proprio corpo, ci si prende la schiena a mani aperte, ci si copre le spalle, con un atto egoistico difficile da mascherare.

E allora lasciami nulla, ma lasciami vera. Non intaccarmi con la tua falsa superiorità, non vivo di gare che si concludono su podi di grandezza, non aspiro a tagliare i traguardi per prima.

Lasciami nulla, lasciami libera. Il mio piccolo mondo mi aspetta e mi apprezza….Lasciami nulla, lasciami vera.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Nulla………………………………

  1. In questa storia è più un riconoscere la propria importanza, senza farsi trattare come una nullità, senza gare al più bravo, al più intelligente, senza confronti pesanti, senza essere ritenuti inferiori. Quando si ama non ci dovrebbero essere gare, ma si dovrebbe “giocare” alla pari, apprezzandosi a vicenda per le diversità e le sfumature. Il dialogo, il confronto, il coinvolgimento, l’interessamento nei confronti dell’altra persona sono necessari e doverosi.
    “Lasciami nulla, lasciami libera. Il mio piccolo mondo mi aspetta e mi apprezza….Lasciami nulla, lasciami vera.” afferma proprio la volontà di non farsi abbattere quando la persona che diceva di amarti ti disprezza e ti tratta come un nulla, quando vede il tuo mondo come inferiore al suo, le tue necessità come una cosa superflua. E’ un grido a quell’uomo che, anziché allontanarsi coraggiosamente da te e cercare qualcosa di “meglio” (considerato che non vai più bene) rimane, credendo così di affermarsi, di essere più forte, gettandoti fango addosso. E’ un modo di dirgli di andarsene, perchè non sei disposta a scendere ai suoi giochetti, a stare ancora male e perchè, in fondo c’è tanta gente, (il mio piccolo mondo) che ti apprezza per come sei.

    Mi piace

    • tu sei il nulla, il nulla è chi non ti merita, tu sei ricca dentro,ricca di emozioni sensazioni e tutto ciò che noi donne di più bello possediamo, ho scritto un post a proposito ,non so se lo hai letto,cosa dicono di noi donne……..rimettiti sempre in gioco, ricordi lo spot ……perchè io valgo!!!!!!!!…………………un bacio

      Mi piace

  2. Comprendere e riconoscere la consapevolezza del proprio essere è un grande passo per volersi bene. Questa presa d’atto, comporterà come in ogni battaglia, morti e feriti, ma anche un vincitore. Questa volta immagina e comprendi di essere tu “la vincitrice” che ha sconfitto il vuoto e tutto ciò che erroneamente lo riempiva. Ci sono dei momenti difficili, dove affrontare la verità, per una volta – almeno una! -, fa male e ci trascina in un vortice di sensi di colpa e di “se” e di “ma”. Ma in questi momenti è importante capire il senso delle cose e.. Riconoscere il proprio volere e i propri sentimenti, senza i quali, non si giunge ad alcuna meta!
    Tieni duro, quel vuoto incolmabile di oggi, domani diventerà un buon ricordo e un pezzo brillante della tua “corazza”.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: