Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

L’opera umana.

Donne hanno gli occhi liquidi del pianto recente.

Occhi di emozione, che fotografano la felicità.

Stanze di schermi neri con figure minute,

ventri in attesa di gonfiori, movimenti e dolori,

ventri svuotati, flaccidi, raggrinziti.

Urla di individui affacciati al nuovo mondo

di aria pesante e soli accecanti,

bruciori di pelle bianca.

Mani protettive a cingere teste e corpi,

rannicchiati in seni prosperosi di fluidi biancastri.

Fuori dalla finestra un bruco tesse piano  il suo giaciglio.

La metamorfosi è lenta, è vicina.

La tua pancia è in attesa di respiri sommessi e di cuori pulsanti.

Crescono paure di sacchi vuoti

di materia trasparente in trasformazione.

Nove lune occorreranno per questo opus alchemico

di personali trasmutazioni umane.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

10 pensieri su “L’opera umana.

  1. intesomale in ha detto:

    A leggere tutto si trova un gomitolo di paura qua dentro. Sono perplesso e affascinato.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: