Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

A una notte di distanza.

Vorrei posare sulle tue labbra il mio nome

e sentire come suona con la tua voce.

Vorrei distendere sui tuoi occhi la mia immagine

per vedermi come tu mi vedi.

Lì, dove il giorno è notte

e la notte è giorno

arricchisci la tua anima di luce dai contorni stranieri

e di profumi metropolitani.

Sei troppo lontano per sentire questo pensiero

che conta a ritroso la fine dei giorni

e grida sommesso

nell’attesa del rumore dei tuoi passi.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “A una notte di distanza.

  1. masticone in ha detto:

    non sei brava
    essere bravi è facile
    sei molto di più
    trasmetti emozioni il che vuol dire che sei un artista non una che fa compitini scolastici

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: