Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Il nodo è incrocio, bivio, centro, anomalia.

Inizia da qui

Anche il nodo ha spesso suggerito l’idea del labirinto, sia per la sua complessità nell’essere dipanato, sia come metafora dell’incrocio dei sentieri, davanti ai quali si è costretti a prendere una decisione. Il nodo è soprattutto una formazione derivata dall’intersezione di due o più elementi, è l’anomalia dell’insieme, che può emergere per dimensione, funzione, forma, è un centro, un episodio differente dal contesto organico, che può portare alla formazione di strutture labirintiche complesse ad albero o a rete. Proprio la sua valenza di essere centro è stata messa in evidenza da Bruce Nauman nel suo Centre of the Universe del 1988.

Bruce Nauman, Centre of the Universe, 1988, veduta dell’ingresso.

La struttura è un telaio formato da tre prismi a sezione quadrata, orientata secondo tre direzioni ortogonali, che nella loro intersezione individuano un nucleo cubico, un momentaneo punto di riferimento.

Anche Steven Holl ha spesso trasformato quest’opportunità dell’utilizzo di tale segno in uno scontro tra le linee di forza dei suoi progetti. Diversi sono infatti i suoi studi a tal proposito tra cui la Y House, che appare come un “bivio abitato”, costituito da uno stretto percorso sinuoso che salendo si sdoppia per concludersi in due grandi verande, due sguardi diversi sul paesaggio circostante.

Steven Holl, Y House, schizzi di progetto.

images

Steven Holl, Y House

Ma i più interessanti esperimenti di Holl restano il “nodo dilatato” del KIASMA di Helsinki, che evoca il tema dell’incontro e dello scambio e il C.A.L.A., il nuovo college di Architettura e Architettura del paesaggio dell’Università del Minnesota.

Steven Holl, KIASMA, Helsinki, 1998

Steven Holl, C.A.L.A. Minneapolis, pianta.

Steven Holl, C.A.L.A., Minneapolis, plastico.

Steven Holl, C.A.L.A., Minneapolis, veduta dell’esterno.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Il nodo è incrocio, bivio, centro, anomalia.

  1. Si’ può rappresentare la vita con i suoi bivi e le sue scelte, mentre in architettura e’ l’ irrisolto per cui serve l’ intervento progettuale.

    Mi piace

  2. Il nodo è una scelta tra diverse direzioni che al limite riportato al punto di partenza pvvero al nodo stesso. E’ unno snodo come nella nostra vita. Da questo punto si dipartono nuove opportunità che mella nostra vita sono irripetibili, nel mondo dello spazio puà essere una ricorsività, un ripercorrere le stesse strade.
    Interessanti divagazioni sul tema.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: