Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Folle

Caro,

vorrei ancora una volta scriverti. Non so se dopo questa mia lettera ce ne saranno ancora, perciò approfitto per liberarmi il cuore. Vedi, quando ci siamo sentiti la prima volta speravo che le cose prendessero una piega differente. Avevo molte aspettative, alimentate dalle tue distillate parole. Mai che ce ne fosse una di troppo. Finemente ponderate, ma che andavano sempre a segno, col giusto affondo come un pugno ben assestato. Ma è inutile adesso divagare. Dicevo che avevo molte aspettative, mi aspettavo che saremmo riusciti a parlarci chiaramente e a raccontarci di tutti questi anni persi. Ma così non è stato. Non posso sempre sbilanciarmi io,non posso sempre inventarmi argomenti per cavarne ragni dal buco e non si può sempre trincerarsi dietro i misteri e le parole allusive. No, credo che a un certo punto si debba fare chiarezza. E tanto per cambiare inizio ancora io. Ho sperato di vederci seduti davanti a quel caffè che separava i nostri corpi, ma che non impediva ai nostri occhi di penetrarci l`anima e alle nostre mani di sfiorare le nostre più intime paure. Ma non è successo. Ho sognato la finestra che guarda i tetti a spiovente, che fanno a gara per non far scivolare la neve e ho fantasticato sulle note della Fine Della Strada fino all`alba, immaginando di camminare su terreni fangosi con le mani che si cercano e finalmente si trovano e si afferrano dopo il buio. Ma anche questo non è stato. Mi piaceva lasciarmi cullare dalla tua immagine impressa all`interno delle palpebre quando la nostra metà del mondo accende le stelle. Ma svegliandomi mi sono accorta che ci stavo ancora più male, perché tu non permetti appropriazioni indebite.

Dunque l`unica conclusione a cui sono arrivata è che, se al solo nominarti mi vengono le lacrime agli occhi e al solo pensarti sento i brividi prendersi gioco della mia razionalità, la malattia di cui sto morendo è più grave di quanto io stessa potessi immaginare. In questo breve momento di lucidità ti posso rivelare che ti penso, immensamente e senza bisogno di arrampicarmi in inutili giochi di parole. Ti penso dal momento in cui annego i biscotti nel caffèlatte delle giornate piovose a quando il cuscino sopporta di nuovo tutto il peso del mio calvario. E per tutte le volte in cui sei via, io prego per te, affinché non ti succeda niente, niente di male, come quella volta al confine con la guerra, come ogni volta che voli lontano, come ogni volta che qualche fredda panchina accoglie e consola la tua stanchezza. Prego per te il dio che tu non vuoi, per devozione e per egoismo. Ogni notte gli chiedo di non esistere per far esistere noi. E ogni giorno gli chiedo di esistere per farci incontrare almeno in un altro altrove.

Adesso si è fatto tardi e devo prendere la mia medicina, che fredda il cuore e la mia follia…e una buona volta anche me.

Alla follia.

Tua.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

12 pensieri su “Folle

  1. Mi è difficile trovare le parole per commentare una lettera così. Suscita tante emozioni.
    Un abbraccio

    Mi piace

  2. Certo che , se una persona legge questa lettera aperta e rimane insensibile, vuol dire che lui non merita te.
    Parole che marchiano a fuoco i tuoi sentimenti verso di lui.
    Un cocktail di luoghi insoliti e non le solite banalit come si leggono in giro.
    Spero che il tuo folle amore reagisca secondo i tuoi desideri.
    Dolce pomeriggio
    Un abbraccio

    Mi piace

  3. Che meravigliosa dichiarazione d’amore! Come si fa a rimanere insensibile davanti a queste parole?

    Mi piace

  4. forza dai…

    Mi piace

  5. Dio del dolore aiuta SIC
    e pure tutti noi va
    che so’ tempi bui

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: