Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

L'”ordine universale” nella configurazione della divinità a Tebe – 1° parte

Inizia da qui.

Heliopolis, Menfi, Hermopolis e Tebe erano i maggiori centri culturali e religiosi d’Egitto, che rivelavano in forma diversa il mito della creazione. Ogni provincia aveva elaborato un suo particolare culto, con i suoi dei e le sue leggende, anche se, nelle ricca documentazione egizia, non esiste alcuna testimonianza geroglifica né alcun libro sacro che presenti la religione sotto forma di dogma e imponga un insieme definito di credenze, alle quali il fedele si potesse accordare in maniera ufficiale. Dunque non potendo parlare di principi assoluti, le varie credenze sono state suddivise in quattro grandi leggende, chiamate “misteri” o “rivelazioni”, che hanno preso il nome dalla loro città d’origine.

Si è potuto così distinguere il mistero heliopolitano, quello menfita,quello tebano e quello di Hermopolis.

La rivelazione heliopolitana è conosciuta grazie ai Testi delle Piramidi, dove si affermava la fede in un unico dio Rà, indefinibile, eterno, il Neter (=divinità) dei Neter, Colui il cui nome è nascosto, Colui che non ha limite, l’incomprensibile. 

Il dio Ra.

Il testo  recita:

O Grande Enneade dei Neter che è in Heliopolis:

Tum, Shu, Tefnut, Geb, Nut, Osiride, Iside, Seth, Nefti,

che Tum mette al mondo per proiezione del proprio cuore,

come  la sua stessa nascita, nel vostro nome di “nove archi”,

che nessuno di voi si separa da Tum.

(da Piramidi 1655)

In questa rivelazione l’Eenneade non è concepita come una successione di nove principi divini, ma come uno solo che si scinde. Il mistero della creazione è inoltre chiarito in questo testo:

Lui è nato nel Nu, è detto Atum,

quando il cielo non era ancora inventato,

quando la terra non era ancora inventata,

quando i due appoggi (Shu e Tefnut) non reano ancora inventati,

prima che i Neter fossero nati,

prima che la morte fosse avvenuta,

prima che fosse avvenuta la Contesa (…)

la voce, la collera e la maldicenza (…)

prima che l’Occhio di Horo fosse squarciato,

prima che i testicoli di Seth fossero tagliati (…)”

(da Piramidi 1040 e 1463-66)

A Menfi veniva invece insegnata l’opera di Ptah che, secondo la leggenda, generò se stesso, detto Atum e i nove Neter.

Il dio Ptah.

I Neter che hanno la loro forma in Ptah;

Ptah sul grande trono (…)

Ptah- Num il Padre, che (generò) Atum

Ptah- Naunet, la madre che procreò Atum

Ptah, il Grande è il cuore e a lingua dei 9 Neter,

Ptah, (…) che dette nascita ai Neter

Ptah, (…) Nefertum al naso di Rà ogni giorno.”

Nei Testi delle Piramidi egli è menzionato come “Capo officina” e “Creatore delle forme” e alcune leggende tardive lo descrivono mentre modella, con un tornio, gli uomini e l’universo.

Hermopoli, il cui nome sacro era “la città degli Otto”, facendo rifermimento agli otto Neter primordiali che vi erano apparsi, era il grande centro religioso consacrato a Thot. La rivelazione hermopolitana raccontava la sua nascita per opera di Rà:

Colui la cui natura è misteriosa è Amon; Rà è la testa; Ptah il corpo.

Le loro città, stabilite per sempre sulla Terra, sono Tebe, Hermopolis, Menfi, per sempre.

Rà  disse: sta in cielo al mio posto mentre splendo per i beati nelle regioni inferiori (…)

Tu sei al mio posto, il mio sostituto e ti chiameranno così: Thot, il sostituto di Rà.

Io farò che tu abbracci i due cieli con la bellezza dei tuoi raggi- allora nacque la luna.”

La rivelazione tebana, intimamente legata alla cosmogonia hermopolitana, caratterizzava il culto nei templi di Karnak e Luxor, in cui le divinità maggiormente venerate erano costituite dalla triade Amon, Mut e Khonsu.

Il dio Amon.

In epoca ramesside si definì con precisione il legame di Amon con gli altri dei presenti nei miti delle altre città:

Tre dei sono tutti gli dei: AMon, Rà, Ptah, che non hanno simili.

Quando si ha un messaggio dal cielo, lo si ascolta ad Heliopolis,

lo si ripete a Ptah a Menfi;  se ne fa una lettera, scritta in caratteri di

Thot, per la città di Amon (Tebe) (…)

La risposta e la decisione sono date a Tebe e ciò

che esce è rivolto al’Enneade divina (…)

Gli Dei sno stabiliti per lui, secondo i suoi comandamenti (…)

Vita e morte ne dipendono per tutti gli esseri,

eccettuato per lui, Amon e per Rà e per Ptah, unità trinità.”

Non vi ricorda qualcosa tutto ciò?

Spero di non avervi annoiato finora, ma queste premesse di oggi sono necessarie per capire, nel prossimo post, quali sono i riti che venivano svolti e in che modo. Di affinità con la religione cattolica, per esempio, da qui in poi , ce ne sono a bizzeffe.

Alla prossima

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “L'”ordine universale” nella configurazione della divinità a Tebe – 1° parte

  1. Nessuna noia. Ogni testo è ben introdotto con semplicità e chiarezza. Le citazioni sono ottime.
    Affinità? Certo che ce ne sono. D’altra parte da queste regioni sono nate tutte le religioni monoteiste. Ci sarà pure una ragione oppure no? Se c’era il culto per un solo Dio, sia pure attorniato da altri minori, diveta logica conseguenza mettere nero su bianco sui principi basilari delle religioni monoteiste.
    Complimenti

    Mi piace

    • Sì infatti la religione cattolica ha un debito enorme con quella egizia da cui ha “rubato” parecchi spunti, uno fra i più importanti la figura femminile: Iside nella religione egizia convertita nella figura della Madonna in quella cristiano-cattolica.
      Grazie per il tuo intervento… come al solito non manchi mai l’appuntamento con i miei post, il che mi lusinga oltre a farmi un sacco di piacere. Grazie ancora 🙂

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: