Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

I linguaggi delle idee nuove

I linguaggi delle idee nuove

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “I linguaggi delle idee nuove

  1. Passo a leggere

    Mi piace

  2. Già, indagando attentamente si scopre infatti che il secolo che segnò davvero l’eclissi spirituale fu proprio il XVII. Venne mutilata l’idea rinascimentale del Mago, inteso come Uomo totale, e messo in cantiere il mostro Illuminista: la Scienza senza Co-Scienza

    Mi piace

  3. fin dalle prime righe è stato colto il nocciolo della questione barocca: la Compagnia di Gesù! Le Chiese ed il loro contenuto non parlano più nel linguaggio segreto del Divino di una Realtà Altra, ma diventano funzionali a veicolare esclusivamente un ben preciso messaggio catechetico e dogmatico. Vi è la scomparsa del simbolo, che in quanto tale non ha colore e parla di Verità universali ed ultime. Il simbolo è indipendente dal contesto e viene comunque percepito a livello inconscio. Esso, benchè sapientemente camuffato nella retorica espressiva cattolico romana, era anteriormente e comunque, sempre ben presente ed evidente ad occhi attenti. Ed occhi attenti erano quelli dei Gesuiti(ricordo che Atanasius Kircher, Gesuita, fu un grande studioso di esoterismo) che si adoperarono perché certi messaggi “pericolosi” venissero espunti. Quante chiese romaniche e medievali vennero barocchizzate coprendo con stucchi ed ornature, ridondanti quanto incongruenti, gli antichi affreschi e simboli? Ma credo parli meglio di ogni altra cosa la differente sensazione che si prova nell’entrare in un semplice tempio romanico piuttosto che in una sfarzosa quanto caotica chiesa barocca; l’Anima non viene più invitata dall’ambiente all’elevazione dalla meditazione intellettuale autonoma, quanto piuttosto distratta e confusa da un caos che per quanto d’effetto è privo di significato intrinseco, inducendo il bisogno di essere “guidati” nella comprensione e nell’approccio a Dio
    Tattiche psicologiche ben congeniate
    Ovviamente la mia è una generalizzazione che ha le sue debite eccezioni

    Mi piace

    • Sì concordo… Le percezioni e il timore revenziale sono completamente diverse. Nel medioevo queste erano procurate dallo spazio enigmatico, nel barocco, in cui lo spazio è decisamente più luminoso, il disagio viene prodotto dal dogma e dalla parole in genere che venivano sapientemente dosate dal pulpito. Il tutto era vissuto dal fedele in maniera ossessiva per la paura di sbagliare. Lo spazio ricalca questo atteggiamento meno naturale rispetto al passato, in cui, nonostante le dimensioni fossero nettamente maggiori e le presenze meno umane e più inquietanti, la cattedrale appariva più familiare.

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: