Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

La pioggia sapeva

Fragore, stridore, secco rumore di tuono

di contorcersi di lamiere in un abbraccio brutale

che invece è un pugno

allo stomaco alla schiena alla testa

al tuo corpo che oscilla

nel silenzio attonito del dopo.

Immobili aspettano le nuvole il tuo tragico afflato

la pioggia è rimasta sospesa

sull’ultima diapositiva dei tuoi occhi

veli pesanti

sulle gioie dei tuoi brevi anni.

Niente pace stanotte

né in quelle che verranno

per la carne familiare sopravvissuta all’affanno.

Scroscio di cielo di lacrime di madri

nessuna ragione acquieta il dolore

per  la tua vita strappata

dalla violenza della strada.

 

Riposa in pace C.A.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

8 pensieri su “La pioggia sapeva

  1. Per tutti i luoghi andiamo
    Dove è passata –
    Così quelli vanno
    Cui altro non resta che cercare
    Beni perduti –

    (Emily Dickinson)

    Mi piace

  2. Un epitafio struggente e doloroso come la perdita di qualcuno al quale volevi bene.

    Mi piace

  3. molto bella.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: