Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Consapevolezza

E più sarò lontano,
più sarò da te dimenticato e muto,
come uno che non c’è…

Soliloquio in compagnia

eggimi dentro, semplicemente, attentamente come si fa con un libro prezioso. Mettiti comodo sul divano e inizia a sfogliare le pagine, davanti al vivo fuoco ballerino del caminetto. Immergiti in me, sentendo scricchiolare i miei delicati fogli, a uno a uno, tra le tue dita. Qualche pezzo si stacca, succede sempre con la carta ingiallita dal tempo, ma quel piccolo lembo strappato contribuisce a raccontare la mia storia, vantandosi stavolta di essere stata sfiorata dalla tua presenza. Fai scorrere i tuoi chiari occhi attenti sulla scrittura, falli fermare, indietreggiare, rileggere, falli perdere negli infiniti significati degli spazi bianchi tra le parole e i puntini di sospensione. Leggimi mentre la notte scorre e il fuoco si indebolisce. Copriti, la coperta sembra abbastanza grande per avvolgere anche la mia immagine sospesa tra le frasi e la tua memoria.

Ridi, sogna, respira, ricorda, asciuga le lacrime che bagnano il tuo viso. Un sorriso luminoso non può essere…

View original post 211 altre parole

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: