Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Zolfo

Non voglio la nebbiosa condizione del limbo

margine bianco della non esistenza

né premio né condanna

in un’ ovattata malinconia.

Ho aspettato abbastanza e ho mani vuote

e saracinesche stanche per occhi.

Preferisco consegnarmi alle fiamme

piuttosto

ai roghi

al rosso calore dell’azione

non manchevole del coraggio della perdizione.

Mi condanno allo strappo della carne

alla mortificazione del desiderio

mi arrendo all’oblio

in caduta libera nel baratro nero del niente.

Un’ultima preghiera

poi l’inferno.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Zolfo

  1. malinconia e rassegnazione ma piene di compostezza che rendono le tue parole intense e profonde come i sentimenti che esprimi.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: