Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Vieni a guardare la neve

Vieni

a guardare la neve che scende,

piano.

Cade obliqua

grattugiata dal cielo pallido

mentre spostiamo un po’ le tende

e ripuliamo con mani frenetiche i vetri appannati.

Appoggiati qui,

appena dietro di me

e avvolgimi con le tue braccia

in una chiusa di stupore

mentre guardiamo con occhi freschi lassù e dopo

proprio lì in fondo,

la strada sporcata dalla frenesia dell’andare.

Dai, contiamoli i fiocchi come bimbi

e ridiamo increduli per la gioia di questo candore

c’è il crepitio del fuoco

è tutto perfetto

o forse è il nostro millimetrico sfiorarci

che fa tutto questo immenso effetto.

Vieni a guardare la neve che imbianca

le brutture delle agenzie interinali e delle banche

indifferente alle luci agli ombrelli e al mio amare.

Lei conosce la pazienza del silenzio

io conosco quella dell’attesa.

Aspetterò che mi dici che

vieni a guardare la neve che cade.

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Vieni a guardare la neve

  1. Cade la neve e ci si sente bambini. Si vorrebbe il calore di qualcuno per riscaldare il gelo che sta dentro di noi.
    Bella e avvolgente come la magia della neve che cade.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: