Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Della voglia d’infinito

La malinconia è chiodo arrugginito

molla cigolante

giaciglio spinoso che mi impone

lo stacco del ventre dal letto e il piede a terra

per imparare ad estirpare i pesi notturni dalla mente

mentre calcolo ogni ora un’ora in meno

e ti immagino vivere tempi da me già passati.

Stai nel mio passato remoto

e paradossalmente io in quello futuro

che se esistesse sarebbe contraddizione

di universi paralleli destinati a non sfiorarsi se non all’infinito,

come noi.

Solo il pensiero sa trovare il punto di incidenza

o una parola timida per non disturbare

ma in fondo la mia non ne è stata capace.

E’ solo mio invece questo

infinito

inutile

struggimento.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Della voglia d’infinito

  1. Malinconia, dolore, sofferenza tre parole che possono incidere pesantemente nella vita di ciascuno di noi. Però quando si cade, ci si rialza, ugualmente quando dolore e sofferenza si abbattono si di noi, dobbiamo trovare la forza che cacciarle.

    Mi piace

  2. forse non è inutile, sta costruendo la donna di domani

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: