Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Le notti qui da noi.

Nel vialetto verde di prato
a destra stavano in fila soldatini scomposti
di rose
a sinistra una striscia di cemento dove scivolano i miei pattini e
talvolta anche il sedere
nei pomeriggi di fine maggio
col caldo alle porte
i seni freschi a sollevare appena la maglietta.
La mia bici cigolante è stata per anni
complice di chilometri divorati
e gambe tornite ormai andate
unica a conoscere scuse e coraggio
su quel tuo stradone
per concedermi un solo sussulto
che ritmava i miei domani
nel dormiveglia della notte.
Hai presente vero le notti qui da noi?
Luci solitarie a illuminare le vie
il riposo dei cani nei cortili
la pioggia scampata
le gocce di brina sull’erba
il volo assorto delle lucciole
la luna cotta…

E dimmelo che è solo un loop
o un dejavu
quell’odore stonato dell’amore mancato.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Le notti qui da noi.

  1. Sì direi che piu o meno è proprio così. Grazie 🙂

    Mi piace

  2. bello quello stacco dei versi finali, come un salto temporale che in fondo è come non fosse avvenuto. Bella tutta

    Liked by 1 persona

  3. Un ricordo, un sogno eppure è vivo nella memoria.
    Tutto scorre ma nulla rimane. Solo un ricordo.
    Bella, dolente ma intensa che profuma delle rose di maggio

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: