Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Perdurata notte

Oh perdurata notte
di sensazioni refuse e attorcigliate
di bui interiori e luci tra
fessure di occhi e persiane
di pensieri accartocciati al sonno
di realtà sospesa come polvere pesante
che ricopre ogni cosa e tutto sporca
o perdurata notte – dicevo
dimmi qual è la misura dell’amore
se sta nella palpitazione
nella sopportazione dell’attesa
nel baratto d’intere giornate per momenti
brevi di gioia intensa
nell’immaginazione delle azioni
e del tempo
nella rinuncia a mondi e corpi
mai appartenuti
alla loro permanenza nell’intreccio
della vita.
Oh perdurata notte
che mi rendi così fragile e ridicola
come tutto il mio sentire
come tutte le mie inquietudini
perché non lasci questo involucro
nell’indifferenza
e nell’ignoranza dei sensi
nella rassegnazione
nell’evidenza delle cose sentite
lette viste
ché l’impossibile è per i sognatori
e il sorprendente è per gli illusi
e tutti i miei sospiri
non fanno altro che lasciarmi
stremata…

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Perdurata notte

  1. Nessuno è mai ridicolo. L’amore, quello autentico, non rende ridicoli ma può generare sensazioni di impotenza.
    Stupenda.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: