Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

3-Acqua

Ho il retrogusto dei tuoi occhi
bevuti a fiato sospeso
tutto d’un sorso
capogiro al mio corpo
ebbrezza alla mia anima
sazia mai di te.
Ho imparato a solcare le tue parole distillate
quando ti fai diluvio ai miei occhi
maremoto alla mia coscienza
e tutto travolgi rendendomi palude.
Vorrei invece saperti trattenere qui
tra queste mani mie gelose
per non farti mescola
e farmi ampolla
ai tesori a te preziosi
senza imbottigliare.
E viverti nei giorni
di cascata e acqua fluente
di onda vigorosa e sfuggente
e in quelli di acquitrino e stagno immobile
pozza scura al temporale:
ti siederei accanto
proprio lì sul bordo
a guardare la superficie e tutto
il tuo contorno
perchè per quanto asciutto tu ti possa mostrare
sei custode di riflessi
specchio al cielo e a tutti i suoi astri.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “3-Acqua

  1. Pingback: SABATOBLOGGER 19. i blog che seguo | intempestivoviandante's Blog

  2. l’ultima volta che mi sono bevuto un occhio era quello di un pesce arrosto, e non ci ho scritto una poesia, anche se forse meritava.

    Mi piace

  3. Una bella poesia sospesa tra cielo e acqua, dove i sentimenti fanno capolino tra le parole.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: