Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Molti mondi

E ci sembra alle volte di scegliere davanti a un bivio
una via scartando l’altra.
L’ovvia esclusione per districarsi
la vana illusione di dipanare la vita
con l’uso della mano destra.
Ma l’altra via esiste
di vita propria
– mi hanno insegnato –
secondo la teoria quantistica
chiamata “molti mondi”.
Per quanto ci riguarda
tu in questo mondo hai scelto.
Io non ho avuto scelta
e in ogni caso non sono la tua scelta.
Ma ciò vuol dire soltanto che in un altro mondo
tu mi hai scelto
e sei quello a chiamarmi con l’urgenza
di sentire la mia voce
ché ogni scusa è buona
per sapere quanti occhi si sono appropriati dei miei
negli ottantaseimilaquattrocento secondi
di cui è composta la giornata
notte compresa.
Ma io no che non ti vedo
lì non c’è nessun palpito per la tua risata
né per l’intensità del tuo volto
per quegli occhi incastonati tra sopracigli e zigomi
come diamanti.
Rimango indifferente e forse anche rido
della forte debolezza del tuo sentire.
Ma in un altro mondo ancora
io e te abbiamo scelto
tante scelte prima di esserci scelti.
Finché abbiamo compreso di aver fatto la scelta migliore.
Ci scriviamo con impazienza
ci sentiamo con urgenza
ridiamo con sorprendente complicità
non degli altri
non di noi
ma di tutte quelle scelte che in altri mondi
non ci hanno fatto scegliere.
E ci amiamo questo è ovvio
con delicatezza e poi
con irruenza e in tutti i possibili modi
secondo la regola della mano destra.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “Molti mondi

  1. uhm… oggi ho usato le parole “nel mondo accanto”… allora dai 😀

    Liked by 1 persona

  2. La strada è sempre difficile da seguire. Si fa una scelta con la mano destra, ma la sinistra ne avrebbe fatto un’altra. Finché siamo noi a scegliere, è tutto a carico nostro. Ma non siamo soli e le nostre scelte implicano il coinvolgimento di altri, esattamente come le scelte degli altri coinvolgono noi. Qui la matassa si ingarbuglia e il filo si può spezzare.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: