Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Contare

Mi conterò i capelli

perché ho finito i pensieri

che in fondo era uno su tutte le dita

e rispondevano al tuo nome.

Mi metterò lì in un angolo e aspetterò

e mi chiederò perchè non tiri fuori

dalla manica qualche stupore

qualche meraviglia

che mi faccia sentire preziosa

che mi dia un sapore di cosa speciale

mai vista

da tenere in tasca per non perderla.

Conterò i tuffi, nel profondo

che superano la cassa toracica e arrivano in gola

e fanno pungere l’anulare destro

che è così lontano dal cuore

da non capirne il nesso.

Conterò tutte le volte che ho pensato

di non essere mai abbastanza

per tracciare un solco nelle tue profondità

e nascondermi dentro fino a morire

e germogliare.

Nonostante quello che ho mi riempia per due volte

il vuoto ha diversi volti e troppe volte

mentre sorrido

cerco il tuo senza trovarlo

e mi ritrovo tra le labbra queste parole:

“Vorrei che fossi qui o io lì.

Cosa ci stiamo perdendo?

Perchè non abbiamo ricordi.

Perchè non abbiamo ricordi?”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “Contare

  1. ha pochi capelli se riesci a contarli.
    Passa il tempo i ricordi sbiadiscono ma basta poco per rinverdirli.

    Mi piace

  2. In tanti talvolta pensiamo di non essere abbastanza. In troppi, purtroppo, ce lo fanno credere.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: