Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Sguardi

Quando ci rivediamo

non guardarmi intera, ti prego

soffermati su di me un pezzo alla volta.

Fissami negli occhi

che stanno imparando a memoria

i tuoi lineamenti

l’apertura sorridente degli angoli

della bocca e fatti vento

tra le mie paure, un girotondo di foglie.

Guardami le labbra

il mio spazio tra le parole tremanti,

timorose, una gola arsa,

un balbettamento segreto

guardala mentre cerca l’ordine

tra i pensieri e quella voce sottile

una premonizione cattiva di nuove sconfitte.

Vai più in giù dopo

stai un po’ su queste mani imperfette

che vorrebbero la tregua sul tuo volto

a contenerlo piano

e dirti che per le mie mani, le labbra e gli occhi

saresti impronta perfetta, attesa premiata

un destino inaspettato

di chi non si è accontentato

della lusinga volubile del tempo.

E poi

e poi se guardassi le mie gambe

che non raggiungono le tue altezze

potresti vederne l’impazienza

di correrti incontro

la voglia matta di stare tra le tue

di gambe a contarci le carezze

ai ginocchi e le orme di un passo

forse due

senza fretta e uno alla volta.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Sguardi

  1. appassionata e dolce. Voglia di coccole e di stare con lui.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: